Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'.
Chiudi

Documento di informativa n° 2018-001

Informativa sul trattamento dei dati personali ex artt. 13-14 Reg.to UE 2016/679

Soggetti Interessati: referenti presso Aziende Clienti e Potenziali Clienti.

Eredi di Angelo Marelli sas, nella qualità di Titolare del trattamento dei Suoi dati personali, ai sensi e per gli effetti del Reg.to UE 2016/679 di seguito 'GDPR', con la presente La informa che la citata normativa prevede la tutela degli interessati rispetto al trattamento dei dati personali e che tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità, trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

I Suoi dati personali verranno trattati in accordo alle disposizioni legislative della normativa sopra richiamata e degli obblighi di riservatezza ivi previsti.

I Suoi dati personali potranno inoltre, previo suo consenso, essere utilizzati per le seguenti finalità:

Il conferimento dei dati è per Lei facoltativo riguardo alle sopraindicate finalità, ed un suo eventuale rifiuto al trattamento non compromette la prosecuzione del rapporto o la congruità del trattamento stesso.

Modalità del trattamento. I suoi dati personali potranno essere trattati nei seguenti modi:

Ogni trattamento avviene nel rispetto delle modalità di cui agli artt. 6, 32 del GDPR e mediante l'adozione delle adeguate misure di sicurezza previste.

Comunicazione: i suoi dati saranno comunicati esclusivamente a soggetti competenti e debitamente nominati per l'espletamento dei servizi necessari ad una corretta gestione del rapporto, con garanzia di tutela dei diritti dell'interessato.

I suoi dati saranno trattati unicamente da personale espressamente autorizzato dal Titolare ed, in particolare, dalle seguenti categorie di addetti:

I Suoi dati personali potranno inoltre, previo suo consenso, essere utilizzati per le seguenti finalità:

Iscrizione alla newsletter

Diffusione: I suoi dati personali non verranno diffusi in alcun modo.

Periodo di Conservazione. Le segnaliamo che, nel rispetto dei principi di liceità, limitazione delle finalità e minimizzazione dei dati, ai sensi dell’art. 5 del GDPR, il periodo di conservazione dei Suoi dati personali è:

Titolare: il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è Eredi di Angelo Marelli sas (Via IV Novembre 11 – 22063 Cantù (Co); P.Iva: 0223819132) nella persona del suo legale rappresentante pro tempore.

Lei ha diritto di ottenere dal responsabile la cancellazione (diritto all'oblio), la limitazione, l'aggiornamento, la rettificazione, la portabilità, l'opposizione al trattamento dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dagli artt. 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22 del GDPR.

Reg.to UE 2016/679: Artt. 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22 - Diritti dell'Interessato

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano,
anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:

a. dell'origine dei dati personali;
b. delle finalità e modalità del trattamento;
c. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d. degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi degli artt. 24, 26, 28;
e. dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L'interessato ha diritto di ottenere:

a. l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c. l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;
d. la portabilità dei dati.

4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

a. per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b. al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Cookies Policy

Questo Sito non utilizza cookie di profilazione propri.
Lista di cookie tecnici (Session Cookies) utilizzati da questo Sito:

- 4c2e0331eba7e65c6789e9b8d3ec18b0
- 7f18b0132f9b3971c3aff68ba401d9fe

Questi cookies sono necessari a visualizzare correttamente il sito e verranno sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser. Vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso.
- cookieaccept: consenso di utilizzo dei cookie da parte del Sito. Il cookie viene impostato nel momento in cui viene accettato.

I cookie possono essere disabilitati e cancellati attraverso le impostazioni del browser. La disabilitazione di questi cookie potrebbe influire negativamente sulle prestazioni del sito e potrebbe renderne indisponibili alcune funzionalità e servizi.

Paolo Buffa e il design scandinavo #6


6 1
C’è stato un periodo, coinciso con l’inizio della seconda metà del ‘900, contraddistinto dalla netta affermazione
non solo europea, del design scandinavo (Danimarca, Svezia, Finlandia).
Quei mobili semplici e funzionali, eseguiti in legno chiaro, di teak o di betulla, confortevoli senza ostentare,
apparvero come qualcosa di veramente nuovo e originale. L’apprezzamento del pubblico fu così ampio,
che i nostri architetti non poterono restare insensibili ad un tale cambiamento di gusto, elaborando dal canto
loro una “risposta italiana” a questo nuovo orientamento. La risposta di Paolo Buffa (Milano 1903-1970),
architetto già ampiamente affermato sulla scena milanese per la delicatezza dei suoi progetti, non si fece attendere:
volumi netti, secchi, asciutti, con in più qualche raffinato “guizzo”…



6 2
In questo mobile contenitore, parte di un più ampio progetto di sala da pranzo, il volume è importante per
dimensioni, ma non invadente; il biondo legno di teak è ravvivato per contrasto da una doppia fascia di cassetti
in palissandro con maniglia incassata e rifinita da una piastra in alluminio, considerato esso stesso un materiale
“nuovo” a differenza del più tradizionale ottone mantenuto invece per puntali e chiavi.
Nessun rilievo, nessuna sporgenza, nessuna sagoma, ma un gioco sapiente di “scuretti” ad allineare ogni
singolo componente secondo un matematico disegno complessivo.



6 3
Realizzato nel 1957 a Cantù da Marelli e Colico, lo stesso mobile conobbe per mano dello stesso Buffa una
singolare variante dal fianco inclinato e rastremato verso l’alto. Caso unico e raro per tipologia, il volume si
alleggerisce anche in ragione dei numerosi vani lasciati a giorno, posizionando al centro il corpo contenitivo
con tre ante a ribalta e spostando verso il basso la doppia fascia di cassetti a concludere l’alternanza fra
spazi pieni e vuoti.



6 4

Il legno di teak dagli abituali riflessi ambrati ne assume di altri tendenti al rosa e al rosso, instaurando nuove
relazioni con il palissandro dei cassetti e soprattutto con il legno di acero interno ai volumi contenitivi.
Nessun rilievo, nessuna sporgenza, nessuna sagoma, ma pieni e vuoti, luci e ombre, a comporre un nuovo
alfabeto progettuale su un mobile che è diventato una vera e propria architettura domestica.

Misure: cm.200x40/29,5xh.154,5



6 5
Anch’esso progettato e realizzato nel 1957, è evidente la forte connotazione orizzontale voluta da Buffa,
memore dei “sideboards” scandinavi, ma ciò che più sorprende è la relazione fra il disegno dei due fianchi:
la purezza del volume nel primo caso, e l’ardito taglio del secondo; il “guizzo”, appunto…



6 6
Nella foto di archivio, il mobile è curiosamente associato ad una sedia dall’alto schienale scandito da traverse
orizzontali sapientemente sagomate. L’accostamento per nulla casuale, rivela anche nella sedia un’evidente
carica di modernità tipica di questo periodo di transizione; datata 1955 era prevista con seduta bassa o alta,
cioè da ingresso o da tavolo, come in questa rara coppia con struttura in legno di mogano e sedile imbottito
in velluto originale a coste color giallo oro.

Misure: cm.48x48xh.457102,5



6 7

Paolo Buffa è considerato uno dei più autorevoli architetti dell’area milanese. Pur dedicandosi anche alla
realizzazione di opera di architettura, prevalentemente ville ed edifici residenziali anche complessi, egli
riserverà le sue energie migliori al disegno per l’arredamento, facendone un vero e proprio tratto identitario,
ambasciatore di una cultura tipicamente italiana attenta alla selezione dei materiali ed alla perfetta esecuzione
dei manufatti, sempre affidata alle abili mani dei più qualificati artigiani.
Nel volume "Paolo Buffa Designer – 30 opere dal 1939 al 1968", edito nel 1993, appare in tutta evidenza
la ricchezza del connubio fra capacità intellettuali ed esecutive: le conoscenze e le idee dell’architetto con
la tecnica e l’uso dei materiali di un laboratorio artigianale.

Scopri questa magnifica storia di creatività italiana nella nostra divisione storica e nel nostro bookshop.